Commiato dall'appuntamento giornaliero

La Commune de Paris. Domenica 30 maggio 2021. Come ieri, 150 anni fa e tragicamente repressa nel sangue, terminava la rivolta della Commune de Paris. Oggi si conclude anche il mio impegno a ripercorrerne avvenimenti, ideali, decisioni, errori, vittorie e sconfitte; giorno per giorno dall’8 marzo scorso. E concludo riprendendo quanto pubblicato proprio l’8 marzo.

“Tutti cercano la loro strada, noi stiamo cercando la nostra e crediamo che il giorno in cui sarà arrivato il regno della libertà e dell'uguaglianza, l'umanità sarà felice." Con questa citazione di Louise Michel, figura emblematica della Comune di Parigi inizio oggi a pubblicare delle note riguardanti La Comune di Parigi (La Commune de Paris) di cui quest’anno ricorre il 150° anniversario. Un secolo e mezzo dopo questa rivolta popolare contro il potere conservatore - nata sulle rovine della sconfitta francese contro i prussiani - e infine calpestata nel sangue, è ancora degna di essere pianta e ricordata. La scelta di avviare queste note l’8 marzo non è casuale perché è stata tanta e importante la partecipazione cosciente delle donne alla causa di questa insurrezione popolare, la quale prendendo il potere di Parigi per tre mesi si trovò a specchiare e ad affrontare moltissime problematiche dell’epoca moderna ancora attuali e molte irrisolte.



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti