Bellum

In Bellum tratto i temi  della guerra e della violenza rivisitando antichi miti della cultura mondiale e mettendo al centro la figura della donna che è un’allegoria dell’umanità tutta.

Ho scelto un titolo in latino, Bellum, che vuol dire guerra, per non caratterizzare il contenuto dando una collocazione e visione geopolitica particolare e anche in questo senso ho scelto di ritrarre una donna nuda: senza alcuna divisa. 

BELLUM rimanda a tutte le guerre passate e anche a quelle attuali e nello stesso tempo nelle opere si può trovare anche quella violenza, rabbia e prevaricazione che è quotidianamente espressa nella nostra società e nei rapporti familiari.

La durezza di alcune immagini della donna che troviamo in questo lavoro,  espresso in forma di fotografia di nudo artistico, lascia alla fine il posto alla speranza espressa nei miti di Mnemosine e Ahoeitu. E nella donna viene visto l’elemento capace di generare questa rivoluzione e energia positiva.